Homepage

 Benvenuto nel sito del Patrimonio Documentario ‘Giuseppe Casarrubea’

Il Patrimonio Documentario “Giuseppe Casarrubea” nasce nel 1994 quando, in vista della ricorrenza del 50° anniversario della strage di Portella della Ginestra, il prof. Giuseppe Casarrubea (1946-2015) ha iniziato una ricerca presso le Cancellerie della Città giudiziaria di Roma (piazzale Clodio) in merito alla strage del primo maggio 1947, avvenuta sul pianoro di Portella della Ginestra.  Vengono acquisiti, così, 13 faldoni di atti processuali, fondamentali per gli studi successivi. A queste carte si sono, nel corso degli anni, aggiunte quelle provenienti da donazioni private e da archivi anche esteri quali:

  • National Archives and Record Administration (Nara, Maryland, Usa);
  • TNA-PRO, Kew Gardens (Surrey, Londra);
  • Cancelleria della seconda Corte di Appello di Roma, piazzale Clodio (Città giudiziaria);
  • Archivio centrale dello Stato, fondo SIS, Roma;
  • Archivio per la Sicurezza dello Stato, Budapest (ABTL);
  • Archivio di Stato delle Repubblica Slovena, fondi Commissariato e Reali Carabinieri, Lubiana.

Alla non indifferente mole di documenti sopra citati si aggiunge una  biblioteca contenente circa 3000 volumi e alcune decine di cd e dvd inerenti storia, politica, sociologia etc. e una raccolta di riviste quali: Civiltà Cattolica (1876-1891), La scuola positiva (1910), Il nuovo diritto (1931), La Scopa (1965-1976), Cooperazione educativa, Il calendario del Popolo, Sindacato, Segno, Sala d’Ercole, Mezzocielo, Indipendenza, Antimafia Duemila. Tutti i volumi sono accuratamente catalogati e consultabili

 


Il Patrimonio Documentario “Giuseppe Casarrubea” è ufficialmente dichiarato di “Interesse Culturale”  dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali,  Soprintendenza Archivistica della Sicilia, Archivio di Stato di Palermo.

L’Archivio

A decorrere dal 1994 è iniziata la raccolta di una molteplicità di documenti che, nel loro insieme, costituiscono un archivio unico nel suo genere, prezioso per chi voglia conoscere il livello ipogeo della storia siciliana ed italiana. Il totale dei documenti esistenti alla data del 31 ottobre 2015 è circa 20.000.

Il Patrimonio Documentario “Giuseppe Casarrubea” è stato dichiarato di Interesse Culturale dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali – Soprintendenza Archivistica della Sicilia – Archivio di Stato di Palermo mediante apposito Decreto Dirigenziale

Muovi il puntatore del mouse o il dito, se stai usando un dispositivo touch, sulla voce “L’Archivio” del menu in alto per accedere ai relativi contenuti

La Biblioteca

La biblioteca del Patrimonio Documentario “Giuseppe Casarrubea” contiene circa 3000 volumi e alcune decine di CD e DvD inerenti storia, politica, sociologia etc. Sono inoltre presenti una raccolta di riviste quali: Civiltà Cattolica (1876-1891), La scuola positiva (1910), Il nuovo diritto (1931), La Scopa (1965-1976), Cooperazione educativa, Il calendario del Popolo, Sindacato, Segno, Sala d’Ercole, Mezzocielo, Indipendenza, Antimafia Duemila. Tutti i volumi cartacei e digitali sono accuratamente catalogati e facilmente consultabili.

Memorie Digit@li

Questa sezione del sito raccoglie una piccola selezione di pensieri e frasi di Giuseppe Casarrubea.

Muovi il puntatore del mouse o il dito, se stai usando un dispositivo touch, sulla voce “Memorie Digit@li” del menu in alto per accedere ai relativi contenuti.

 

 

_

 

Contatti & Info


Il Patrimonio Documentario “Giuseppe Casarrubea” è ufficialmente dichiarato di “Interesse Culturale”  dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali,  Soprintendenza Archivistica della Sicilia, Archivio di Stato di Palermo.

L’accesso e la consultazione dei contenuti documentari può avvenire, in date ed orari da concordare, a seguito di presentazione di una formale richiesta e relativa autorizzazione.

Per informazioni:

Copyright (c) 2019 
www.archiviocasarrubea.it